Rimpasto in Giunta a Pagani , l' ennesimo …


da IL MATTINO DEL 19.11.2008
LUCIA TROTTA Pagani. Rivoluzione in arrivo al comune di Pagani. Tra meno di 48 ore la giunta comunale del sindaco, Alberico Gambino, subirà la prima modifica, nel secondo mandato. Intoccabili gli assessori di Forza Italia, Alleanza Nazionale e Democratici Cristiani verso il Pdl. Rottura definitiva, invece, con gli «uomini» nominati da Gambino. Primo fra tutti, l’assessore alla Programmazione e Bilancio Francesco Toscano. Al suo posto l’ex coordinatore del vecchio Partito Popolare Italiano, consulente della Multiservice, società partecipata del comune di Pagani, Vincenzo Campitiello. Un nome che ha creato non pochi problemi all’interno della coalizione dei centrodestra. La scelta del sindaco, Alberico Gambino, di affidare il delicato settore ad un uomo, notoriamente legato al centrosinistra, ha inasprito gli animi. Al cospetto delle "lamentele" ed alle "rimostranze", è intervenuto il presidente del consiglio comunale di Pagani, Massimo D’Onofrio di Alleanza Nazionale. «Le considerazioni fatte fino ad oggi – ha spiegato – vengono fuori solo a titolo puramente personale. Non facciamo processi a nessuno, ma questa non è la linea del partito di Alleanza Nazionale. Noi, da sempre – continua D’Onofrio – siamo tra i partiti fondamentali di questa amministrazione. Certo ci aspettiamo che Campitiello, qualora dovesse essere il nuovo assessore alle finanze, dia testimonianza della sua adesione al nostro progetto politico. Dato che, notoriamente, ha rivestito un ruolo importante all’interno di un partito di centrosinistra, come segretario e non come semplice iscritto, è pur giusto aspettarsi una dichiarazione di adesione al centrodestra». Vincenzo Campitiello, dunque, ricoprirà il ruolo di delegato alle finanze. Altra novità, è quella del ritorno tra le fila dell’esecutivo cittadino, di Lello Pepe. L’ex assessore degli Azzuri, entra in quota Udc al posto dell’attuale assessore Pappalardo. La delega dell’esponente dell’Unione dei Democratici di Centro, quella ai Lavori Pubblici, con molta probabilità resterà al sindaco, Alberico Gambino. Nei Moderati, invece, confermata l’assessore Raffaelina Stoia, esce dalla giunta l’assessore Vincenzo Violante, sul cui capo pesa una indagine in corso per abusi edilizi, per far posto all’attuale capogruppo, Enrico Cascone, a cui verrà affidata la poltrona di assessore alla sicurezza urbana. Al loro posto restano gli esponenti di Forza Italia, quindi Luigi Lamberti, Aldo Cascone e Massimo Quaratino, con qualche piccolo sconvolgimento di deleghe. In forse, sport e tempo libero, attività produttive e pianificazione territoriale. Stesso discorso per Lello De Prisco di An, che potrebbe perdere la poltrona di assessore al contenzioso ed agli affari legali. Intoccabili anche l’assessorato dei Democratici Cristiani. Resta al suo posto il vicesindaco, Salvatore Bottone. Ridotto, l’assessorato degli Azzurri che hanno «reimposto» il nome di Aniello Sicignano. L’assessore della civica potrebbe perdere la Pubblica Istruzione.



Un Commento to “Rimpasto in Giunta a Pagani , l' ennesimo …”

  1.   anonimo Says:

    ora che sta per candidarsi alla Presidenza della Provincia sceglie ex assessori e coordinatori del Centrosinistra per completare l’opera dello sberleffo a Villani che ha fatto da stampella nell’Amm. Gambino 1 e adesso se lo ritrova contro… si vede che non sa fare i conti

Lascia un Commento

Devi effettuare il login per scrivere un commento.

Clicca qui per registrarti

... oppure lascia un commento con il tuo account Facebook